ssitaly

Voti positivi ricevuti33
Voti negativi ricevuti15
karma:19 (voti positivi-voti negativi)



0 punti guadagnati

No badges were found



Definizioni (63)

1

8   2

workshop


In origine il termine workshop veniva impiegato solo per riferirsi ai laboratori artistici nei quali “materialmente” si costruiva qualcosa.

In seguito il significato del termine è stato esteso a qualunque tipo di incontro o riunione creativa, spesso con carattere “formativo”, in cui è richiesta la “partecipazione attiva” di tutti i presenti, indipendentemente da che il risultato di tale incontro sia un prodotto concreto o un concetto astratto (idee, soluzioni a problemi...).

All’ interno di un workshop la parola d’ordine è “contaminazione”: tutti devono “sporcarsi le mani”, cioè dare il loro personale contributo, siano essi organizzatori o semplici partecipanti.

Il workshop dunque non è un semplice seminario dove si assiste passivamente a una lezione, dove il relatore (messo su un palco) interagisce quasi sempre in senso monodirezionale con la platea di spettatori (che qualche volta timidamente azzardano una domanda).

Il workshop non è solo un incontro dove si approfondisce un tema specifico. Non è solo un corso di specializzazione o di perfezionamento.

Il workshop è piuttosto un laboratorio sperimentale, un gruppo di lavoro collettivo, all’ interno del quale la relazione relatore-partecipante è bi- anzi multi-direzionale, e che è destinato alla concretizzazione di un progetto, all’ elaborazione di un’ idea, alla condivisione di competenze artistiche, ecc …
ssitaly - 25 aprile 2014

2

6   3

hobbit


- Personaggio fantasy creato dal genio J. R.R. Tolkien.

Gli hobbit, detti anche Mezziuomini, sono gli abitanti della Terra di Mezzo.
Molto simili agli umani, sono tuttavia di piccola statura (più piccoli anche dei nani) e sono caratterizzati da grandi piedi con folta peluria, orecchie elfiche.
L'aspetto è bizzarro e gioviale, camminano scalzi, vestono con colori accesi, amano i panciotti, fumare la pipa, bere birra e mangiare buon cibo. Agli hobbit piace vivere tranquilli e sono abitudinari. La Contea dove vivono è una terra felice, al sicuro dai pericoli delle terre selvagge.

Si distinguono tre razze di hobbit: Pelopiedi, Sturoi, Paloidi.

Il termine hobbit è pertanto un'invenzione di Tolkien, e appare per la prima volta nel romanzo "Lo Hobbit". La parola è ispirata all'espressione inglese "hole-builders" (costruttore di buchi) e, in effetti, gli Hobbit vivono appena sottoterra, in case che all'esterno potrebbero ricordare la tana di qualche animale, ma che dentro sono accoglienti come un cottage vittoriano.

Fu proprio dall'idea di un buco scavato nel terreno che ebbe inizio il racconto.. Il professore, durante un'interrogazione si appuntò questa frase:
""In a hole in the ground there lived an hobbit" (In un buco sotto terra viveva un hobbit). Così nacque il termine e con esso uno dei romanzi fantasy più famosi al mondo.

- Sinonimi: Periannath (in elfico), Mezziuomini (per gli umani), Holbytla (per la gente di Rohan)
ssitaly - 10 aprile 2014

3

3   2

zenit


żènit (dalla parola araba che significa "direzione")

- intersezione della perpendicolare originante da un punto sulla superficie terrestre e la sfera celeste; antipodo del nadir

Es: A mezzogiorno il sole è allo zenit

- in senso figurato significa culmine, apice
ssitaly - 13 aprile 2014

4

2   0

azienda


Azienda è una parola che origina dallo spagnolo antico “hazienda”, e si riferisce a “qualcosa che deve essere fatto”.

- In economia, è un insieme di beni e persone che sono coinvolti nel raggiungimento di un obiettivo.
L’azienda può essere privata, pubblica, a gestione famigliare; può essere destinata a lavorazioni agricole, industriali, commerciali; può essere rivolta alla produzione di beni o di servizi (es: le aziende sanitarie locali).

- In giurisprudenza, l’azienda corrisponde all’ insieme dei beni che sono gestiti da un imprenditore in relazione all’ attività lavorativa svolta nell’ impresa.

- Patrimonio.
- Gestione di pubblici affari.

Significati particolari:
- Azienda di produzione: impresa che svolge la sua attività di produzione di beni a fine di lucro; in questo gruppo sono comprese le imprese dirette (industrie, aziende agricole), le imprese di produzione indiretta (banche, aziende commerciali), le imprese che forniscono servizi (compagnie di trasporto, assicurazioni)
- Azienda di erogazione: comprende quegli enti che raccolgono beni per soddisfare bisogni di varia natura (comuni, associazioni, istituti religiosi) o che svolgono attività di consumo (famiglia).
- Azienda autonoma: azienda deputata alla amministrazione di beni o servizi pubblici con autonomia contabile o di gestione.
- Microazienda o miniazienda: azienda di dimensioni ridotte, con pochi dipendenti
- Ecoazienda: azienda che utilizza mezzi di produzione volti a non danneggiare l’ambiente
- Bioazienda: azienda che si occupa della produzione e del commercio di prodotti bio, la cui realizzazione è completamente eco-compatibile
- Scuola-azienda: modello scolastico che si ispira nella sua organizzazione agli standard di efficienza tipici delle aziende
ssitaly - 24 aprile 2014

5

2   0

pmi


Piccole e medie imprese (PMI) sono aziende di dimensioni limitate, che rientrano entro certi parametri occupazionali e finanziari definiti dall’Unione Europea .
Le PMI vengono distinte in medie, piccole e micro imprese. Per essere considerata media i dipendenti devono essere meno di 250 e il fatturato inferiore ai 50 milioni/anno. Si parla invece di piccola impresa quando i dipendenti sono meno di 50 e il fatturato inferiore ai 10 milioni di euro/anno. Micro se ha meno di 10 dipendenti e fattura meno di 2 milioni di euro/anno.
Le PMI pertanto dispongono di capitali limitati e hanno politiche di gestione differenti dalle grandi imprese.
ssitaly - 13 aprile 2014

6

2   0

tecnologia


Sostantivo femminile singolare composto di tecno e logia (dal greco “trattato sistematico, esposizione sistematica di una scienza, grammatica di una lingua”)

- Branca di ricerca che studia l’applicazione e l’utilizzo di strumenti tecnici avvalendosi di conoscenze matematiche, informatiche e scientifiche in senso lato

- Conoscenza teorica e pratica della natura, delle proprietà, dell’elaborazione e delle applicazioni della materia

- Come sinonimo di ergologia, comprende le attività volte a valorizzare l’ambiente e a favorire l’insediamento e il sostentamento delle popolazioni

- Spesso usato impropriamente come sinonimo di tecnica, in riferimento all’ applicazione scientifica computerizzata di tecniche evolute

La divisione fra tecnica e tecnologia è rispecchiata dall'uso dei derivati tecnico e tecnologo: il tecnico è colui che è in grado di riparare il danno; il tecnologo è l'esperto che da risposte sia a problemi tecnici che teorici.

La tecnologia si occupa spesso della risoluzione di problemi concreti, e come tale può essere considerata una scienza applicata, tuttavia la ricerca tecnologica è in grado di influenzare la realtà in cui viviamo non solo negli aspetti “pratici” ma anche sociali e politici, dunque il concetto di tecnologia ricopre in effetti un significato più ampio.

Citazione: "Il mio orrore per la tecnologia finirà per farmi arrivare all' assurda credenza in Dio." (Luis Bunuel)
ssitaly - 25 aprile 2014

7

1   0

yield management


Lo yield management è una strategia economica che ha come obiettivo ottimizzare le vendite ed aumentare i profitti.
A tale scopo vengono proposte ai potenziali clienti tariffe diversificate in modo da poter contare su un’utenza più ampia.
Per esempio si possono ridurre alcune tariffe per attirare clienti che in assenza di prezzi vantaggiosi non effettuerebbero un determinato acquisto.
Questa strategia mira a ridurre il numero di prodotti “invenduti” che col tempo finirebbero comunque con lo svalutarsi.
Le tariffe più basse talvolta possono essere associate a minori prestazioni di servizi da parte del venditore.

Lo yield management fu introdotto per la prima volta negli anni ‘70 dalle compagnie aeree. Questa strategia si rivelò utile per la sostenibilità dei voli che dovevano essere garantiti sia che i posti disponibili fossero venduti al 30% o al 100%. Tramite lo yield management vennero istituite tariffe competitive che consentirono di ridurre al minimo il numero di biglietti invenduti (su un analogo principio si basa quella che oggi viene definita la strategia del Last Minute).
ssitaly - 25 aprile 2014

8

1   0

obbligazione


obbligazióne (dal latino obligatio –onis)
- Debito, obbligo, impegno economico o morale
- In giurisprudenza, condizione in cui un soggetto (debitore) per contratto, o per altra situazione legalmente riconosciuta, si impegna in una prestazione con un altro soggetto (creditore), con l’obbligo giuridico di fornire tale prestazione o di corrispondere un risarcimento in caso di inadempienza.
- Vincolo giuridico
- Documento sottoscritto che sancisce il rapporto obbligatorio
- In finanza, un titolo rappresentativo della quota di debito che una società per azioni o un ente pubblico ha contratto; chi possiede tale titolo di credito, entro i termini definiti, può richiedere la riscossione del reddito ( in genere annualmente ).
- Bond
Es:
Il costo delle obbligazioni è legato strettamente all’andamento dei tassi di interesse
L’obbligazione è un sistema di investimento per il risparmiatore.
Significati particolari:
- Obbligazione indicizzata: non è soggetta agli effetti dell’inflazione perché il suo valore è legato all’indice del costo della vita
- Obbligazione convertibile: può essere trasformata in azione per richiesta del portatore
- Obbligazione strutturata: alla scadenza prevede la restituzione del valore dell’obbligazione, tuttavia quest’ultimo non è fisso, ma dipende dall’andamento dell’attività finanziaria.
ssitaly - 13 aprile 2014

9

1   1

ker


KER (dal greco)

- Nell’antica Grecia, le anime dei morti, considerate protettrici e benefiche o, in altri casi, pericolose e invidiose.
- Nella mitologia, geni della morte, demoni (Keres) che inseguono i mortali per condurli nell’Ade. L’utilizzo di tale significato compare nell’Iliade di Omero e diviene prevalente sul primitivo. Spesso identificate con le Erinni e le Arpie.
Nelle figurazioni artistiche sono rappresentate come demoni alati, figure con unghie adunche, minacciose e armate di lancia.
- In Esiodo le Keres hanno il compito di vendicare le azioni degli dei e degli umani.
ssitaly - 13 aprile 2014

10

1   0

kwh


kilowattóra ( sostantivo invariabile composto di kilo- e wattora )

- Unità di misura (multiplo del wattora) dell'energia elettrica. Viene utilizzata sugli strumenti tecnici, come i contatori ed è pari a 103 wattora.
Il kilowattora è l'energia che una corrente elettrica con potenza costante di un kilowatt sviluppa nell'arco di un'ora.

Es:
Un elettrodomestico da 1.000 watt, che resti acceso per un'ora utilizza un chilowattora di elettricità
ssitaly - 13 aprile 2014


Per vedere tutte le definizioni di 63, registrati.